L'azienda

Il fascino orientale di Venezia, con le sue suggestive consonanze, unito alla solidità ed esperienza del più antico cantiere navale al mondo tuttora in attività, per fornire ai fortunati estimatori in grado comprenderli, dei capolavori di livello assoluto, che come recita una pubblicità di un’alta manifattura orologiera svizzera, non possiamo mai possedere del tutto, ma siamo chiamati a custodire e tramandare, proprio come quelle preziose opere d’arte che l’ingegno umano ha saputo creare nel tempo e che ci lasciano sempre ammirati e storditi, consapevoli di trovarci di fronte semplicemente ad un “unicum”.

Decine di migliaia di ore di lavoro, unite alle più pregiate e considerevoli essenze lignee, dallo straordinario iroko della chiglia, all’incredibile superlamellare corazzato dello scafo, fino alle più intriganti radiche delle finiture interne, per la realizzazione di un capolavoro che è poi possibile smontare con l’ausilio dii un semplice cacciavite; basterebbero queste poche righe, se non a definire, a delineare i contorni di queste imbarcazioni, ognuna un pezzo assolutamente unico, costruito secondo i più severi dettami della sicurezza, in grado, come precisa Marco, di “riportarci sempre a casa, in sicurezza, qualsiasi condizione di mare di vento si trovino in mare aperto” Questo ha alimentato la leggenda secondo la quale i Camuffo escono in mare quando le altre barche rientrano in porto, così come quella che portò alcuni giornalisti tedeschi del settore, quando nel 1977 si trovarono a vistare il cantiere navale e rimasero così colpiti della produzione, a definirli gli “Stradivari der Meere”.

La produzione del cantiere non è mai stata di serie, bensì il frutto di una continua evoluzione di prototipi sempre differenti l’uno dall’altro in funzione della lunghezza e della motorizzazione richiesta per una perfetta ottimizzazione delle prestazioni, sempre con il massimo comfort a bordo per poter vivere il mare, in armonia e senza preoccupazioni. Ma Marco Camuffo riesce ancora a migliorarsi e con le ultime realizzazioni a raggiunger uno stato dell’arte assoluto, ineguagliato, con la sua magica e insuperata carena a V profonda munita dei pattini laterali di sostentamento.
E’ davvero sorprendente, vedi i collegamenti ai filmati delle prove, vedere come questi mostri da svariate decine di tonnellate si alzino leggiadri come cigni, in pochissimi secondi, e filino sull’onda sempre come corressero su invisibili binari, con un assetto che è riduttivo definire perfetto e con un consumo che è sempre meno della metà della migliore concorrente, vedi per esempio le 35 ton. del 60’ portate a una velocità di crociera di 27 nodi di GPS con soli 138,4 litri/ora a 1650g/m e capaci di una velocità massima di ben 40’ a 2.330g/m con due MAN da 820Hp ciascuno.

Il cantiere si affaccia sulle sponde del fiume Lèmene, utilizzato dalle imbarcazione per scendere fino al mare e produce in proprio tutto, dalla carene, agli impianti, agli arredi, fino ai più incredibili particolari; un esempio: il roll-bar posteriore, utilizzato per sostenere gli impianti elettronici, visivi e acustici, è costruito con la stessa tecnica con la quale è costruito lo scafo e ci vuole una settimana di lavoro di due esperti carpentieri, è lui stesso un piccolo gioiello di realizzazione di altissima capacità artigianale, così come pure il mobilio del flying-bridge, realizzato sempre con la stessa tecnica.
Le maestranze sono parte del successo del cantiere, sono tutti come dei maestri di musica che Marco Camuffo dirige come un impareggiabile direttore d’orchestra, e che seguono il cliente per tutto il tempo che occorre affinché prenda dimestichezza con la propria imbarcazione r se necessario sono capaci interventi e trasferimenti praticamente in tutto il Mediterraneo. La personalizzazione si spinge oltre che nella disposizione degli interni, e nella realizzazione degli impianti informatici a audiovisivi, anche in particolari che incidono nella qualità della vita a bordo, come per esempio nei corredi e nelle stoviglie e servizi, tutti di impareggiabile qualità e unici nella personalizzazione, che si spinge, se richiesto, fino all’abbigliamento, degli ospiti, così come dell’equipaggio.
Le motorizzazioni utilizzate, le migliori disponibili sul mercato, siano esse Man o Caterpillar, così come gli invertitori e gli impianto sono presenti e serviti in tutti i principali porti del Mediterraneo, per garantire al fortunato possessore di un Camuffo la massima sicurezza e tranquillità. Il tutto a un prezzo che vi sorprenderà: uno stradivari al costo di uno Yamaha.

Continua a leggere